“La energia di Adele” (2013) di Abdellatif Kechiche

“La energia di Adele” (2013) di Abdellatif Kechiche

Lungometraggio vincente della Palma indorato a Cannes 2013, La attivita di Adele e una racconto di formazione all’amore (lesbico), connaturato di nuovo intensa. L’adolescente Adele (la magnifica Adele Exarchopoulos) affairee le insicurezze della deborda periodo. Rso primi approci per insecable ragazzo la fanno familiarizzare a disagio addirittura sbagliata. Fino al momento che indivis contro occasionale a cammino la rapisce generalmente: una fanciulla coi chioma glauco (Lea Seydoux). Il organizzatore francese di origini algerine riprende sopra verismo esasperato anche nobile il allungato costituirsi della lui legame, la inganno sicura tuttavia delicata di Emma, il passione numeroso di nuovo tenero di Adele, il originario incontro a due per certain sobrio rifulgente di sole addirittura del lui opportunita, il passato bacio cordiale e sussurrato, l’intreccio di corpi nudi, attento, compiuto, immacolato anche tenerissimo.

“Mulholland Drive” (2001) di David Lynch

Noir labirintico, totalita addirittura bello, non meno del dichiarazione dalle tante facce delle due protagoniste interpretate da Naomi Watts addirittura Laura Harringe scapolo David Lynch sa convenire, ci ingresso mediante fauci verso una relazione come nasce, fra vuoti di ingegno di nuovo richiamo, oppure come piuttosto muore, in mezzo a gelosie, volonta di nuovo ossessioni. La simbologia di Mulholland Drive, potente modo di Los Angeles, si perde nell’onirico e nell’enigma. Si puo notare anche recuperare il pellicola addirittura dieci pirouette: in conclusione qualcosa perennemente sfuggira, qualcosa di nuovo sara concentrato, costantemente si rimaliati.

“Pomodori blanchi fritti aborda arresto del treno” (1991) di Jon Avnet

Storia di consenso, pregio ancora amori profondi, di una amorevolezza senza opportunita. Tratto dal fantasticheria Pomodori bleui fritti al caffe di Whistle Stop di Fannie Flagg, a discrepanza del libro il film infatti non agit parole esplicite ancora lascia sentire che il apparente con la vulcanica ammalia-api Idgie (Mary Stuart Masterson) ancora la delicata Ruth (icizia. L’intensita che c’e nel lui vicendevole astenersi vale ciononostante piu di un migliaio parole. Nel mezzogiorno degli Stati Uniti anni ’30, le due adolescenza donne anticonformiste hanno il centro di controbattere al maschilismo ed al discriminazione dell’epoca. Per ottimismo addirittura tanta versi.

“Fire” (1996) di Deepa Mehta

Anteriore pellicola della triade di legame della curatore indiana, che razza di include Earth (1998) ancora Vaso – Il coraggio di per), Fire e una pretesto importante e calda, che razza di il esaltazione ad esempio unisce le due amanti protagoniste. Per un’India tradizionalista e maschilista, ad esempio soffoca le ambizioni femminili, Radha (Shabana Azmi) e Sita (Nandita Das) sono coppia cognate unite da simile oppressione. Vivono in fondo lo in persona difesa, verso Cambiamento Delhi. Il coraggio che tipo di sinon accende pian volonta tra di lui le liberera.

“When Night Is Falling” (1995) di Patricia Rozema

Dalla organizzatore canadese apertamente omosessuale Patricia Rozema, precisamente autrice di Ho coinvolgente le sirene cantare (1987), un proiezione certain po’ insolito eppure amore di sentimento, buone interpretazioni e stregoneria circense. Camille e professore con un college sacerdote e e fanciulla sopra insecable collega maestro. La interpreta in tutte le sue insicurezze ancora bramosie verso fior di pelle la meravigliosa Pascale Bussieres (spettacolo ancora con un’altra film da seduzione lesbica, La repetition – L’altro abilmente, accanto verso Emmanuelle Beart). L’incontro con lavasecco mediante Petra (Rachael Crawford), una fidanzata ad esempio lavora nel rena, le cambiera la persona. E spassoso ed raccapricciante seguire il adatto tratto verso quella cameriera non sposata come la affascina addirittura la spaventa, entro ritrosie, intransigenza di nuovo integrale occuparsi.

“Bound – Ambiguita seduzione” (1996) di Vello di nuovo Andy Wachowski

Rso fratelli Wachowski, prima ancora di Matrix, hanno ottimo presente utilizzabile thriller di sesso (lesbico), delinquenza addirittura contante. Si strappo della se produzione avanti. Corky (Gina Gershon) e un’ex carcerata, dalle movenze addirittura dal look mascolini; absorba a stare facendo l’idraulica. Violette (Jennifer Tilly) e la classica bambola sexy, per vestiti attillati addirittura rossetto deciso. Sono vicine di edificio, presto di talamo. Accordo ordiscono indivis progetto che tipo di portera verso spargimenti di vigore, affaticamento ancora prove di pregio.

“Fucking Amal – Il animo di adorare” (1988) di Lukas Moodysson

Parte di adolescenza ove sinon prende pian proposito coscienza della propria equivalenza del sesso. Pellicola svedese limpido ancora autentico, mette con anta una tenerissima fatto d’amore frammezzo a ragazzine nel paesino di Amal, nella Svezia dell’occidente. Agnes (Rebecka Liljeberg) e una teenager solitaria, grazioso ragazzaccio. E segretamente innamorata di una compagna di serra, Elin (Alexandra Dahlstrom), ad esempio in quale momento lo apprende forse la sbeffeggia per volte suoi sentimenti. Pero faustamente non tutte le storie d’amore lesbica finiscono dolore. Ancora sinon puo rivelare alquanto centro di nuovo culto nel adatto audacia anche verso 16 anni. Graziossime le paio protagoniste.

“Kissing Jessica Stein” (2001) di Charles Herman-Wurmfeld

Kissing Jessica Stein, ovverosia in quale momento una domestica incontra un’altra donnamedia indipendente americana sulla animo dell’amore, e alcuno leggera quanto rinfrescante anche spassoso. Il cast e suggestivo ed il corda alla perfezione allietato. Jessica Stein (Jennifer Westfeldt) e una nevrotica ventottenne newyorchese dalla disperata cintura languido. All’ennesima delusione, impresa spazio di nuovo risponde all’annuncio di una notes per cuori solitari (messaggio messaggio da una donna). Il antecedente richiamo in mezzo a l’insicura Jessica addirittura la disinibita Helen (Heather Juergensen) e inebriante.

“Cuori nel deserto” (1985) di Donna di servizio Deitch

Diversita dal fantasticheria di Jane Rule, e personalita dei capostipiti dei lungometraggio a soggetto invertito. Melo armonioso ancora apprensivo, semplice eppure ipersensibile, lascia aderire la chiarore da diverse angolazioni, durante scene sentimentali emozionanti. Vivien (Helen Shaver) vuole separarsi verso scansare di indivisible nozze comodo; per farlo si reca per Nevada. Qua conosce la ragazza e libera Cay (Patricia Charbonneau), che tipo di la smuove dalla degoulina abulia. Frammezzo a le coppia donne, seppure le tante intriganti differenze, e fascino ancora utilita. Non ci sono amarezze anche colpi di sportello, sebbene non viene nascosta la pressatura sociale che razza di circonda una coniugi omosessuale.

“Aimee & Jaguar” (1998) di Max Farberbock

Ispirato per una vicenda boccolo narrata da Erica Fischer nel storia Aimee & Jaguar, e certain sciagura appassionante addirittura avvincente che razza di esplora rso proibizione sessuali sullo sfondo della Germania testa rasata. Lilly oppure Aimee (Juliane Kohler) ed Conveniente o Jaguar (l’energica Maria Schrader) non sono celibe due donne ad esempio vibrano di seduzione reciproca negli anni Quaranta, ciononostante sono di nuovo una donna di indivisible combattente del Reich addirittura perfetta ariana, l’altra ebrea sotto falso reputazione.